val Campei (Campiglio)

Ogni volta che lo riterrai opportuno,
accendi un sogno e lascialo bruciare per te.
(William Shakespeare)

Giro breve e divertente sopra Valvestino Maderno all’ombra del monte Pizzoccolo e il monte Pracalvis lungo la val di Campei.

Con l’itinerario proposto ci inoltriamo in una valle poco conosciuta a due colpi di pedale dalla riva del lago di Garda.
Una valle degna di nota a livello naturalistico e anche per la salita tosta da fare in sella alla nostra amata mountainbike.
Dopo la salita per Gaino e Camerate, si percorre la valle a fianco del torrente Rilo fin su al rifugio Giuseppe Granata, detto Campei de Sima (che in dialetto Bresciano significa cima Campiglio).
Un tour in MTB bello e entusiasmante. La discesa da Campiglio di cima a Campiglio di fondo è molto variegato, il primo tratto è lievemente impegnativo ma non difficile, la seconda parte invece è molto scorrevole su una larga mulattiera. Da Campiglio di fondo il sentiero prosegue con saliscendi non troppo tecnici.


Percorso ADATTO per EBIKE , ottimo avere l'aiuto del motore nel secondo tratto di dura salita cementata! la discesa è lievemente tecnica nel primo tratto poi diventa molto piu facile.


luoghi attraversati: Toscolano Maderno, Gaino, Camerate, valle di Campiglio, ponte del Rilo, passo della Fobbiola, campiglio di cima, rifugio Giuseppe Granata, chiesa della Madonna della neve, Forcella Campei, sentiero dell’unità nazionale, malga Campiglio di fondo, Persenio, valle delle cartiere.

distanza: 29km

dislivello: 1300mt

ciclabilità: 99%

difficoltà: media

  vedi tutti i dati
Luogo partenza-arrivo
Toscolano Maderno
Distanza
29 Km
Altitudine
minima: 73 mt - massima: 1042 mt
Dislivello:
1300 metri
Durata:
4 ore
Difficoltà:
media
Tecnica:
facile-media
Ciclabilità:
salita 100%, discesa 98%
Fondo:
asfalto 30%, sterrato 40%, sentiero 30%
Percorribilità:
tutto l'anno
Sentieri:
20, 2, 3, 22

mappa percorso

grafico altitudine

  istruzioni d'uso mappa interattiva

descrizione dettagliata percorso

Luogo di partenza e arrivo: Toscolano Maderno, per vedere il puogo di partenza CLICCA QUA

Toscolano – Campei de sima:

Partenza dal parcheggio di via Ugo Foscolo PIC1, ci dirigiamo al centro di Toscolano svoltando a destra sulla Gardesana occidentale, superato il ponte si svolta a sinistra, PIC2 si oltrepassa il comune e si comincia a salire verso Gaino PIC3. Dopo due tornanti teniamo la sinistra PIC4 e proseguiamo in salita fino alla piana di Gaino, alla curva saliamo a sinistra PIC5 verso il centro storico che attraversiamo PIC6 PIC7 fino a giungere sul lato opposto dove troviamo ina capelletta e andiamo a destra PIC8 e percorriamo via Camerate, una strada asfaltata tra gli ulivi che a breve lascia spazio ad una sterrata e la vista sulla valle delle cartiere.
Raggiunta dopo alcuni saliscendi la località Camerate oltrepassiamo il fiume Toscolano sul ponte di ferro PIC9 e cominciamo a salire verso passo Spino.
Oltrepassato l’agriturismo San Lorenzo si prosegue sempre in salita per 500 metri circa fino al bivio dove andiamo a destra PIC10 ed iniziamo ad addentrarci nella valle di Campiglio (val Campei) lungo la sterrata che all’inizio presenta dei saliscendi, attraversiamo una zona doe si trovano alcune interessanti formazioni rocciose e piccole grotte di erosione poi, passati sull’altra sponda del fiume, la carrareccia inizia a salire con pendenze degne di nota in mezzo a boschetti di larici.

val-campei - percorso MTB

"sculture" di erosione

Oltrepassato il secondo ponte (ponte del Rilo) proseguiamo a destra PIC11 sulla ripida cementata con pendenze molto impegnative che con tornanti ci porta in alto fin su all’incrocio dove si va a destra PIC12, il mio consiglio è quello di proseguire diritti fino al vicino passo della Fiobbiola e poi ritornare a questo incrocio per salire verso il rifugio.
Dopo 200 metri raggiungiamo il bellissimo prato di Capei de Sima dove si trova il rifugio Giuseppe Granata gestito dagli Alpini e la chiesa della Madonna della neve

Nota: il rifugio è gestito da volontari alpini ed è aperto nei week end estivi.

val-campei - percorso garda

Rifugio Giuseppe Granata

val-campei - percorso MTB

Il rifugio dalla chiesina

Campei di sima – Campei de font:

Prepariamoci per la discesa, pedaliamo oltre la chiesina in direzione nord PIC13 su un sentiero pianeggiante che ci porta alla forcella Campei, 1040 mslm, prendiamo il sentiero 22 a destra PIC14 (detto sentiero dell’unità nazionale) che scende lungo la costa dei prati inizialmente con un paio di passaggi lievemente tecnici per poi inoltrarsi nel bosco dove la discesa diventa una larga mulattiera scorrevole (fate attenzione ai rami e alle buche create dai cinghiali) fino a giungere alla malga Campiglio di fondo (in dialetto Bresciano Campei de font).

val-campei - lago di garda MTB

rifugio Campei de Font

Campei de font – Val Campei:

Ora abbiamo due possibilità, la prima è scendere percorrendo la sterrata fino a congiungerci alla salita fatta in precedenza, e quindi ripercorrere l’itinerario a ritroso fino alla partenza, oppure proseguire con il percorso descritto di seguito:

A sinistra, poco sopra la strada che scende a valle troviamo un ampio sentiero (sentiero dei cùei) PIC15 che si addentra nella valle, dopo pochi metri teniamo il sentiero basso a destra PIC16 la via si stringe a single track e attraversa 4 vallette con alcuni saliscendi non impegnativi fino a giungere ad un bivio con i cartelli indicativi dove proseguiamo a sinistra PIC17 lungo il sentiero che corre di traverso nei boschi (il sentiero a destra che scende arriva sempre a valle sulla strada fatta in salita).

Purtroppo all'imbocco a sinistra del sentiero qualcuno ha pensato di sbarrare il passaggio con degli alberi abbattuti, potete scavalcare il blocco passando sopra nel boschetto, il sentiero è percorribile e percorribile, segnalato e marcato CAI numero 22.

Il single track molto divertente passa a fianco della grotta Cùel de Fiorese (un cartello informativo lo segnala) e attraversa altre due vallette per poi nella parte finale scendere passando per cùel del Mancio e passa a fianco del roccolo casin dei preti fino a giungere ad una vecchia sterrata militare abbandonata.
Scendiamo a destra PIC18 e velocemente ci ritroviamo sulla strada fatta durante la salita.

Cùei e Cùel: cùel in dialetto Bresciano significa Covolo, ovvero cavità naturale o grotta, sono una tipica formazione della Valvestino e presenti in abbondanza nella val Campei.
Famosa è la Cùel Zanzanù, deve il suo nome al noto bandito Gardesano del XVI-XVII secolo, Giovanni Beatrice soprannominato Zanzanù che la utilizzava come rifugio. Situata nella valle Droadello veniva utilizzata come rifugio dai banditi che grazie alla posizione potevano stare al riparo e permetteva il controllo sulla sottostante strada del Droanello con la possibilità di fuga in caso di visite indesiderate.
Cùei: è il plurale di Cùel, ovvero covoli, grotte.

val-campei - lago di garda MTB

Fontana in campei de sima

Val Campei - Toscolano

Raggiunta la strada fatta in salita torniamo indietro svoltando a sinistra PIC19 e percorriamo la discesa fatta precedentemente a ritroso fino a Gaino,n prossimità del paese teniamo la destra PIC20 fino a giungere di nuovo alla santella.

Il percoso di seguito descritto ora ci farà scendere verso la valle delle cartiere percorrendo stradine e sterrate:

Alla santella andiamo a sinistra PIC21 e poi subito a destra in via Donatello PIC22. Al finire della strada prendiamo la sterrata a sinistra PIC23, percorriamo un brevo tratto in piano e scendiamo a destra PIC24 , successivamente alla casa ancora a destra in discesa PIC25 e poi al successivo incrocio pieghiamo nettamente a destra PIC26 lungo la sterrata che scende nella valle delle cartiere.
Raggiunta la valle andiamo a sinistra PIC27 e dopo alcune gallerie raggiungiamo il municipio incontrato all'andata e da qui andiamo al punto della nostra partenza.

come raggiungere il punto di partenza:

Autostrada A4 Milano-Venezia, uscita Brescia Est, proseguiamo sulla superstrada in direzione Salò, dopo le gallerie sempre diritti sulla Gardesana occidentale SS45BIS fino a Toscolano Maderno dove svoltiamo a destra in via Ugo Foscolo.